Venerdì, 21 Settembre 2018
LA RIFORMA

Madia: parte la mobilità, 1000 statali agli uffici giudiziari

ROMA. "Mobilità sbloccata: 1.071 dipendenti pubblici verso gli uffici giudiziari, dove c'era carenza di personale. Priorità a quelli delle Province". Lo annuncia via Twitter il ministro della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, sotto l'hashtag "#riformaPa".

E', infatti, uscito in Gazzetta Ufficiale, datata 20 gennaio, il bando di mobilità volontaria esterna per la copertura di oltre mille posti vacanti negli uffici giudiziari, che come più volte fatto presente dal Governo, risentono di carenza di personale. Si tratta di posti a tempo pieno e indeterminato.

 

 

Dettori: basta spot, il governo ci convochi subito. "Continuiamo con la pratica degli annunci, con uno spot dietro l'altro. Non siamo d'accordo con queste procedure e chiediamo al governo di convocare immediatamente un tavolo". Lo ha detto il segretario generale della Fp-Cgil, Rossana Dettori, dopo il tweet del ministro della P.A., Marianna Madia, sullo sblocco della mobilità per oltre mille dipendenti pubblici. "Non si risolve così la carenza delle dotazioni organiche in un ente o l'altro, manca un piano organico, non c'è una regia complessiva".

"Così - ha proseguito Dettori - si cancella il contratto nazionale di lavoro, mettendovi mano unilateralmente". "Questi dipendenti pubblici vengono "messi in mobilità senza neanche capire qual è il loro libretto formativo" ha aggiunto il segretario generale della Fp-Cgil, sottolineando che "stiamo aspettando ancora le tabelle sulla mobilità dei lavori pubblici del decreto Madia". Domani, intanto, ha ricordato che ci sarà una nuova mobilitazione dei lavoratori delle Province e ha attaccato il governo perchè fino ad oggi ha mostrato di non avere "alcuna intenzione di rispondere ai temi veri che abbiamo posto".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X