Sabato, 17 Novembre 2018
VERTICE ALL'ARS

Ex Province, sì alla proroga dei contratti a 600 precari delle partecipate

di
Garantito il lavoro fino ad aprile. Successivamente, si discuterà delle modalità di trasferimento degli stessi lavoratori ai liberi consorzi

PALERMO. Via libera alla proroga dei contratti, fino ad aprile, dei 600 addetti delle società partecipate delle ex Province . Si tratta della Palermo Energia, la Caltanissetta Service e la Pubbliservizi Spa di Catania

Potranno così tirare un sospiro di sollievo i 600 lavoratori delle tre società, che temevano per il loro posto di lavoro, dato che i loro contratti avevano come data di scadenza fine gennaio. Lo rende noto la Uiltucs Sicilia che oggi ha partecipato all'incontro, che è venuto sulla vicenda, in commissione all'Ars e  al quale era presente anche  l'assessore al'Economia Baccei.

Marianna Flauto, segretario della Uiltucs, ha spiegato che è «stata comunicata la possibilità di prorogare fino a marzo i contratti mentre un successivo incontro tra la Ragioneria generale e i commissari delle Province servirà a sbloccare l'avanzo di bilancio del 2014 e garantire la copertura finanziaria fino ad aprile".

Nel frattempo però i contratti di questi lavoratori andranno di pari passo con la vicenda che riguarda le ex Province, attualmente guidate da commissari straordinari fino a marzo, dalla soppressione delle quali dovrebbero nascere i Liberi consorzi di Comuni. "Poi bisognerà discutere delle modalità di transito di questi 600 dipendenti nei nuovi consorzi - conclude Marianna Flauto -. Il governo regionale si era impegnato a garantire tutti i lavoratori delle Province e non dovranno esserci disparità che penalizzino questo bacino».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X