Mercoledì, 19 Settembre 2018
ECCO PERCHE'

A rischio infezioni nei water pubblici? Gli esperti: nessun pericolo

ROMA. Nessun rischio se ci si appoggia nel water delle toilet pubbliche. Parola di alcuni ricercatori che mettono così a tacere i timori di molti circa la possibilità di contrarre infezioni o malattie all'interno dei bagni pubblici. In tanti fuori casa cercano di coprire il water per evitare ogni contatto. Ma adesso i ricercatori sostengono che ad appoggiarsi non si correrebbe nessun rischio. "Non si può dire che sul sedile non si annidino batteri causa di malattie, ma questo non significa per forza ammalarsi.

La nostra pelle funziona già come barriera protettiva - dice il dottor Philip Tierno, direttore del dipartimento di microbiologia alla New York University Medical Center - i virus dell'herpes, dell'HIV non sopravvivono a lungo al di fuori del corpo umano. Figuriamoci su una fredda e dura tavoletta". Per contrarre qualche infezione, i virus dovrebbero penetrare all'interno del corpo attraverso un taglio o una membrana mucosa (come la bocca o il retto), che difficilmente entrano in contatto con il water. Il water dunque ora viene "rivalutato". Chi resta ancora scettico circa questa nuova teoria, e continua ad usare il copriwater, sbaglia a sentirsi troppo sicuro.

"Di solito sono fogli troppo sottili - afferma il Tierno - si avvolgono su se stessi e scappano via. Per essere veramente protetti bisognerebbe usarli doppi e poi, ancora meglio, inserire sopra una copertura in plastica". "Ma queste barriere - continua il medico - sono più psicologiche che fisiche. La maggior parte dei batteri si nasconde sotto la tavoletta, perché è la zona più sporca e sicuramente meno pulita rispetto a quella superiore. Quando si tira l'acqua, alcuni elementi riescono a raggiungerla sporcandola". Piuttosto, per una maggiore sicurezza in bagno, bisognerebbe tenere le mani il più possibile pulite. Possono facilmente entrare in contatto con occhi, bocca e naso: è proprio con le mani dunque che aumenta il rischio di infezioni. "Altro che water, le dieci cose più sporche in assoluto sono le nostre dita", conclude il dottor Tierno.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X