Martedì, 25 Settembre 2018
NATURA

Scoperta nell'oceano Artico una conchiglia di 2 milioni di anni

Potrebbe vivere ancora in quella zona

ROMA. Ha atteso 2 milioni di anni sepolta nei sedimenti marini dell'Oceano Artico: è una specie di conchiglia finora sconosciuta e non si esclude che possa ancora vivere in quelle regioni. E' stata scoperta dalla spedizione americana del Museo di Storia naturale di Santa Barbara, guidata da Paul Valentich-Scott.

Descritta sulla rivista ZooKeys,la conchiglia bivalve è stata chiamata Wallerconcha sarae in onore del paleontologo dell'Istituto Smithsonian, Thomas Waller, e della figlia di uno degli autori della scoperta.

La conchiglia fossile era stata individuata nell'estate del 2010 dalla spedizione che aveva l'obiettivo di ricostruire la mappa dettagliata dei fondali artici e di analizzarne i sedimenti. Durante le centinaia di carotaggi eseguiti, i ricercatori hanno scoperto la presenza, a circa 4,5 metri al di sotto dei fondali, di un tipo di conchiglia completamente sconosciuto.

Le analisi condotte successivamente da una rete di musei hanno permesso di appurare che le conchiglie ritrovate non appartengono a nessuna specie conosciuta e potrebbero costituire una 'famiglia' completamente nuova. "E' sempre eccitante essere la prima persona a osservare una nuova creatura", ha osservato Valentich-Scott.

Il ritrovamento in profondita' dimostra che questo bivalve ha vissuto con certezza circa 2 milioni di anni fa, ma i ricercatori sospettano che la specie possa ancora popolare, in numero limitato, le profondita' oceaniche al largo dell'Alaska.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X