Giovedì, 15 Novembre 2018
LE INDAGINI

Ragazza piacentina uccisa in Brasile, arrestata l’amica

RIO DE JANEIRO. Nell'ambito delle indagini in corso sull'uccisione di Gaia Molinari in Brasile, le autorità locali hanno arrestato in quanto "sospetta" Miriam Franca, una ragazza di Rio de Janeiro con cui Gaia si era recata pochi giorni prima di Natale a Jericoacoara, dove è stata uccisa. Lo rendono noto i media locali. Nelle dichiarazioni rese agli investigatori da parte di Miriam Franca sull'uccisione di Gaia Molinari ci sono state delle "contraddizioni": lo precisano all'ANSA fonti italiane. Le autorità, precisano le fonti, intendono compiere delle "verifiche, vogliono vedere più chiaro" quanto da lei riferito.

IL CORPO SARA’ CREMATO. Il corpo di Gaia Molinari, la piacentina di 29 anni trovata morta il giorno di Natale a Jericoacoara, a circa 300 chilometri da Fortaleza "sarà cremato" nella città brasiliana "non appena rilasciato dalle autorità" del Paese sudamericano. E' quanto scrive, on line, il quotidiano 'Diario do Nordeste' che cita, al riguardo, il vice-console italiano a Fortaleza, Roberto Misici. Quando sarà rilasciato dalle autorità, spiega Misici al quotidiano "sarà cremato in Brasile e inviato in Italia. Non sappiamo esattamente quando". In base a quanto riportato dal 'Diario do Nordeste', ancora,  i parenti della ragazza avrebbero dato mandato al consolato per la cremazione e il trasferimento delle ceneri e "un funzionario dell'ambasciata italiana è giunto da Brasilia per monitorare le indagini".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X