Giovedì, 15 Novembre 2018
RIFORME

Guerini: a gennaio anche legge sui partiti

Il vicesegretario del Pd: In caso contrario "sarebbero i cittadini a dare un giudizio negativo su un Parlamento incapace di sciogliere nodi istituzionali"

ROMA. Quando sarà il momento di eleggere il nuovo Capo dello stato "avremo l'occasione di dimostrare tutti assieme, sia forze di maggioranza che di opposizione, di avere quella maturità che nel 2013 non emerse. Allora risultò chiaro che le forze politiche non si riconoscevano e dunque, anche grazie alle gravi contraddizioni che affiorarono nel Pd, il Parlamento dimostrò inconcludenza".

In caso contrario "sarebbero i cittadini a dare un giudizio negativo su un Parlamento incapace di sciogliere nodi istituzionali". Lo dice il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini che, intervistato dal Messaggero, pone dopo le "sfide" di gennaio su Colle e riforme un altro obiettivo, una legge sui partiti. Il Pd - è sicuro - reggerà: "Farò la figura dell'inguaribile ottimista ma in questi mesi abbiamo dimostrato una qualche capacità di gestione sul fronte difficilissimo delle riforme e i nostri detrattori, che vedevano proprio nel Pd e nella articolazione del suo dibattito interno un punto di debolezza, hanno ricevuto qualche smentita da fatti concreti".

Guerini spiega che "stiamo lavorando ad una proposta di legge sulla trasparenza della vita dei partiti che presenteremo a gennaio. E stiamo facendo un lavoro profondo sui circoli, ne abbiamo 7.200, che sfocerà in una grande assemblea in primavera. Il partito dovrà avere una forma nuova, imparando a muoversi con pochi fondi ma mantenendo la sua capacità di fare politica attraverso la partecipazione e il dialogo con la società".

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X