Mercoledì, 14 Novembre 2018
GOVERNO

Berlusconi: "Le riforme costituzionali erano nostre"

Lo ha detto l'ex premier e leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, intervenendo con una telefonata per gli auguri di Natale alla Comunita terapeutica per tossicodipendenti di Trivigliano, vicino a Fiuggi, in Ciociaria.

FROSINONE. «Stiamo assistendo a un governo di sinistra non eletto dal popolo che si basa su una maggioranza con 148 parlamentari già dichiarati incostituzionali». Lo ha detto l'ex premier e leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, intervenendo con una telefonata per gli auguri di Natale alla Comunita terapeutica per tossicodipendenti di Trivigliano, vicino a Fiuggi, in Ciociaria. «È un governo -ha aggiunto Berlusconi- assolutamente di sinistra, ma con il quale abbiamo votato riforme costituzionali che erano le nostre del 2005 per passare da due a una Camera e una legge elettorale per passare da un panorama politico frazionato a un sistema all'americana».

«Soffrivamo dal '48 di questo male, di governi frazionati negli anni, e per fare una maggioranza ci sono sempre voluti molti partiti. Non abbiamo imparato a votare. Adesso dobbiamo fare l'ultimo passo per avere due poli. Sarebbe un grande miglioramento al clima di governo». Così Silvio Berlusconi durante una telefonata di auguri alla Comunità terapeutica di Trivigliano, in provincia di Frosinone, dove è intervenuto anche il vicepresidente del Parlamento europeo Antonio Tajani. «Siamo sempre qui con Forza Italia - ha aggiunto Berlusconi- a batterci per la democrazia e la libertà»

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X