Lunedì, 24 Settembre 2018
LO STUDIO

Mal di testa? Possibile combatterlo diminuendo il sale a tavola

Prese in esame 400 persone

ROMA. Un modo efficace per ridurre la comparsa del mal di testa? Diminuire la quantità giornaliera di sale. È quanto suggerisce uno studio Usa, della John Hopkins University, pubblicato su Bmj Open. I ricercatori hanno preso in esame 400 persone, divise in un gruppo che ha seguito una dieta a base di frutta e verdura e in un altro che ha proseguito con un'alimentazione tradizionale. Tutti i partecipanti allo studio, indipendentemente dal tipo di dieta seguita, hanno consumato in occasione dei pasti principali inizialmente 9 grammi giornalieri di sale (la media Usa), poi sei e infine tre.

È stato chiesto loro di registrare, per ogni tappa, l'eventuale comparsa di alcuni sintomi, come gonfiore addominale, bocca asciutta, sensazione continua di sete, affaticamento, nausea e mal di testa. Mettendo in relazione i dati ottenuti, gli studiosi hanno rilevato che diminuendo la quantità di sale giornaliera, da nove grammi a tre, risultavano diminuire di un terzo (31%) anche gli episodi di mal di testa. L'ipotesi avanzata nello studio è che ciò accada perchè consumando meno sale si abbassa la pressione arteriosa e si riducono i battiti cardiaci, con una diminuzione significativa degli episodi di mal di testa.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X