Martedì, 13 Novembre 2018
IL CASO

Doping, Schwarzer patteggia la pena con la procura: 8 mesi

Per quanto riguarda la pena sportiva, l'ex olimpionico è stato squalificato fino a gennaio 2016

BOLZANO. Alex Schwazer vuole partecipare alle Olimpiadi di Rio 2016. Il marciatore italiano, positivo all'Epo prima dei Giochi di Londra 2012, ha ricevuto il sì della Procura di Bolzano per l'istanza di patteggiamento a 8 mesi per frode sportiva a causa del doping. Questo è l'aspetto penale della vicenda, che avrebbe potuto avere conseguenze più gravi.

Altra cosa invece è l'ambito sportivo:  la squalifica di tre anni e mezzo vale sino al gennaio del 2016. E bisogna ricordare che su Schwazer resta pendente un altro giudizio del Tribunale Nazionale Antidoping del Coni. La causa per frode sportiva presso il Tribunale di Bolzano è da considerarsi chiusa con la richiesta di patteggiamento presentata dall'avvocato Gerhard Brandstaetter e accolta dagli organi competenti.

Ha raccolto nel giro di poche ore 5.700 firme una petizione online contro la possibile squalifica di Carolina Kostner, ex fidanzata di Schwarzer. «L'accusa - si legge - presume che Carolina fosse a conoscenza delle pratiche dopanti del suo fidanzato e che lo abbia aiutato a coprirle. Noi non condividiamo queste accuse e crediamo che la sospensione sia ingiusta». La Kostner «non si è mai dopata, non ha mai aiutato Schwazer a farlo, è una delle persone più gentili e sincere che conosciamo e non merita questo trattamento».

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X