Lunedì, 19 Novembre 2018
IL RICONOSCIMENTO

Il personaggio dell'anno, per il Time è chiunque lotti contro l'ebola

Nella copertina della popolare rivista americana le foto dei sanitari che ogni giorno lottano contro il virus

WASHINGTON. Gli 'Ebola fighters': sono loro, gli operatori sanitari, tra cui il medico italiano di Emergency ricoverato a Roma, i personaggi dell'anno 2014 per la rivista americana Time.  «Hanno rischiato, perseverato, si sono sacrificati e hanno salvato vite umane», per questo sono stati scelti, è la motivazione della rivista che cita il proverbio: «Non le armi scintillanti combattono la guerra, ma il cuore degli eroi».

I loro volti compaiono sulla copertina di Time: tra loro anche Kent Brantly, il medico americano che ha contratto il virus in Liberia ed è guarito, insieme alla foto centrale di un operatore completamente coperto dalla tuta di protezione. «Per i loro instancabili atti di coraggio e di misericordia, per il tempo che hanno dato al mondo di rafforzare le proprie difese, per i rischi che hanno corso, sono loro i personaggi dell'anno», ha annunciato in un video posto sul sito della rivista il direttore, Nancy Gibbs.

E ancora: «Ebola è una guerra e un avvertimento. Il sistema sanitario globale non è forte abbastanza per mantenerci al sicuro da malattie infettive e noi significa tutti, non solo coloro che si trovano in posti lontani dove questa è una minaccia insieme a tante altre. Il resto del mondo può dormire la notte perchè un gruppo di uomini e donne è disposto a resistere e a combattere». Il personale medico, sottolinea la rivista, è in prima linea nella lotta contro il virus e paga un prezzo particolarmente pesante.

L'Ebola si trasmette attraverso il contatto diretto con i fluidi corporei di pazienti che sviluppano sintomi, tra cui febbre e vomito. Il bilancio delle vittime nei tre Paesi maggiormente colpiti, Liberia, Sierra Leone e Guinea, dopo lo scoppio dell'epidemia, è di 6.388 su un totale di 17.942 casi, secondo gli ultimi dati dell'Organizzazione mondiale della Sanità. La scelta di Time è stata lodata anche dalla Casa Bianca: «Sono uomini e donne che meritano il riconoscimento internazionale», ha detto il portavoce, Josh Earnest. Mentre il coordinatore europeo degli aiuti contro Ebola e Commissario per gli aiuti umanitari Christos

Stylianides ha detto: «Accolgo con favore il riconoscimento che Time ha dato agli operatori sanitari che lottano contro Ebola: un onore è più che meritato». La nomina del personaggio dell'anno su Time è una tradizione che risale al 1927 e non è la prima volta che viene assegnata a un gruppo di persone. Nel 2011, la rivista ha messo in copertina 'The Protester', a seguito della primavera araba e delle proteste di 'Occupy Wall Street'.  Lo scorso anno toccò a papa Francesco mentre nel 2012, la scelta cadde su Barack Obama, per il suo secondo mandato. Gli operatori sanitari sono stati scelti da una lista di 8 finalisti. Al secondo posto i manifestanti di Ferguson, la cittadina del Missouri che protesta per la morte del 18enne nero Michael Brown. Tra i finalisti, la cantante Taylor Swift, l'amministratore delegato di Apple, Tim Cook, il commissioner della NFL, Roger Goodell, il fondatore e amministratore delegato di Alibaba, Jack Ma, il presidente russo, Vladimir Putin e il leader dei curdi, Massoud Karzani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X