Giovedì, 15 Novembre 2018
INGHILTERRA

Il leader laburista Miliband: "Se vinciamo voto ai giovani da 16 anni"

Il politico: "Vuole essere un attestato di fiducia"

LONDRA. Il leader laburista britannico Ed Miliband ha promesso di abbassare l'età del voto da 18 a 16 anni. Se il partito vincerà le elezioni del maggio prossimo e andrà al Governo, le regole verranno cambiate subito per permettere ai sedicenni e diciassettenni di votare già nelle amministrative e nel voto per eleggere il sindaco di Londra nella primavera 2016.

«Vuole essere un segnale di fiducia nei nostri giovani - ha spiegato Miliband –. Vogliamo impegnarci per sentire di più la voce dei ragazzi, perché abbiamo bisogno di sentirla. La Gran Bretagna può avere successo come Paese solo se diamo ai nostri giovani la possibilità di realizzare il loro potenziale e giocare un loro ruolo. In una democrazia come la nostra é giusto sentire la loro opinione quando vengono prese decisioni che influenzano il loro futuro».

 Se i laburisti dovessero andare al Governo, circa 1,5 milioni di ragazzi britannici entrerebbero a far parte dell'elettorato. D'altronde, come sottolinea il partito, i sedicenni e diciassettenni in Gran Bretagna possono già lavorare, vivere da soli, pagare le tasse, sposarsi e diventare soldato, quindi dar loro il diritto di voto è logico. Il partito laburista intende promuovere un programma di informazione nelle scuole britanniche per preparare i giovani al voto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X