Sabato, 22 Settembre 2018
IL MINISTRO IN TV

Mafia a Roma, Boschi: non ci sono gli estremi per un commissario

ROMA. "E' giusto individuare le responsabilità ma attenzione a tirare in mezzo il Comune di Roma, per arrivare al commissariamento ci vogliono estremi di legge precisi e qui non ci sono estremi. Marino deve restare e governare bene". Così il ministro Maria Elena Boschi, ospite dell'Intervista di Maria Latella.

"Bisogna fare processi presto senza sconti a nessuno ma non bisogna fare di tutta l'erba un fascio perché non tutti hanno rubato. E' giusto che escano nomi e cognomi e si individuano responsabilità specifiche ma il Pd è intervenuto subito, gli altri non mi pare che stiano facendo pulizia". Così il ministro Maria Elena Boschi a "L'Intervista" su SkyTg24. "L'inchiesta è una vergogna e bisogna fare presto i processi ma non tutti sono uguali, se si dice che tutti sono colpevoli non paga nessuno mentre deve pagare chi ha sbagliato". Così il ministro Maria Elena Boschi, a "L'Intervista" di Maria Latella Sky Tg24, chiede chiarezza nell'indagine romana ma difende personalità come il ministro Poletti, finito in una foto con Salvatore Buzzi.

Sul Quirinale commenta: "Renzi e Bersani non stanno ancora ragionando su un nome condiviso perché c'è rispetto per Napolitano, non sappiamo quando lascerà e fino ad allora un presidente c'è". Così il ministro Maria Elena Boschi a "L'intervista" di Maria Latella su Sky Tg24. Sulla possibilità che il nuovo Capo dello Stato possa essere una donna, il ministro dice di "non appassionarsi" al toto-nomi. "Quando sarà si dovrà cercare un nome condiviso per  non ripetere la brutta figura del 2013", conclude.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X