Venerdì, 21 Settembre 2018
L'INTERVISTA

Berlusconi: "Salvini e Alfano? Io unico leader del centro-destra"

 ROMA. «Una parte dei nostri elettori, delusa, si è rifugiata nell'astensione, mentre alcuni protagonisti politici, da Alfano a Salvini, hanno pensato che potesse essere venuto il loro turno. Io non ho mai sofferto di ambizioni politiche ma ancora oggi come allora non vedo nessun altro che possa esercitare una leadership in grado di unificare il mondo del centrodestra». È quanto afferma all'Huffington Post Silvio Berlusconi sottolineando come la grande rivoluzione liberale del '94 sia rimasta «incompiuta». 

«Non è il meccanismo elettorale a far nascere i leaders. I leaders o ci sono o non ci sono. Renzi sarebbe emerso anche senza primarie. È stato abile ad utilizzarle ma non è un prodotto delle primarie. Dalle primarie sono usciti i peggiori esempi di amministratori della sinistra, come Pisapia, Marino, Doria, De Magistris...».

«I moderati italiani da 20 anni hanno scelto e ancora scelgono, senza bisogno delle primarie, un leader del centrodestra che si chiama Berlusconi», aggiunge.

Per quanto riguarda la questione Quirinale «Mi aspetto un percorso di condivisione che consenta di avere un Presidente della Repubblica che non sia solo espressione della sinistra».

Tema che, nel dialogo con il Pd, «è evidente» che sia legato a quello delle riforme, aggiunge.«Non mi sembra francamente una questione rilevante. Prima o dopo l'importante è che si realizzi una buona legge che non penalizzi nessuna delle parti in causa». Silvio Berlusconi risponde così, all'Huffington Post, sull'offerta di Renzi di una «clausola di salvaguardia» sull'entrata in vigore dell'Italicum che consenta di votare la riforma prima dell'elezione del successore di Napolitano.

«Che vantaggio potrebbero mai avere quelle che lei chiama le mie aziende, da Renzi? Mediaset è una grande azienda, è quotata in borsa e ha operato sotto i governi più diversi. Si rende conto che questa domanda presupporrebbe l'esistenza di una sorta di possibile ricatto da parte del presidente del Consiglio ai danni di una delle principali aziende italiane?». Risponde così alla domande  se ci sia o meno un nesso tra il Patto del Nazareno e le aziende del leader azzurro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X