Mercoledì, 21 Novembre 2018
ANZIANI

Il diabete accelera l'invecchiamento del cervello di cinque anni

Mangiare sano e sport le migliori difese

ROMA. Per mantenere una mente giovane e scattante a 70 anni bisogna mangiare sano e fare attività fisica a 50 anni: il diabete e uno scarso controllo degli zuccheri nel sangue (glicemia) accelera di 5 anni il fisiologico declino età-dipendente della mente. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Annals of Internal Medicine: significa che la mente di un 65enne diabetico ha lo stesso livello di invecchiamento della mente di un 70enne sano.

Il lavoro è stato condotto presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health e rivela come soffrire di diabete a 50 anni possa portare a declino cognitivo 20 anni dopo e quindi aumentare il rischio di ammalarsi di demenza senile. Gli esperti hanno condotto uno studio unico nel suo genere per durata: il campione di persone (quasi 16 mila individui di mezza età) è stato arruolato negli anni '80 e monitorato periodicamente con visite accurate fino al 2013.

Ebbene è emerso che coloro che a 50 anni presentavano i segno di diabete, pre-diabete, scarso controllo della glicemia, presentavano 20 anni dopo un deterioramento di memoria e funzioni cognitive sensibilmente più marcato dei coetanei in buona salute. Per evitare l'accelerazione del declino cognitivo legato all'età la ricetta da seguire è quindi una dieta sana, regolare attività fisica e controllo del peso corporeo, concludono gli autori del lavoro. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X