Giovedì, 15 Novembre 2018
A PHOENIX

Acqua bollente sul figlio neonato, madre arrestata per abusi

La giovane Sarah Nguyen, 18 anni, ha raccontato ai medici in ospedale che il bimbo era rimasto ferito dopo un bagno caldo

PHOENIX. Ha fatto scorrere acqua bollente sul figlio di soli 47 giorni «per vedere come reagiva». Il neonato ha riportato gravissime ustioni e ora la madre è accusata di abuso su un minore.  È successo a Phoenix, in Arizona: la giovane Sarah Nguyen, 18 anni, ha raccontato ai medici in ospedale che il bimbo era rimasto ferito dopo un bagno caldo. Ma il personale si è insospettito e ha avvertito la polizia. Dopo essere stata interrogata, è saltata fuori la verità.

La 18enne ha raccontato di aver messo il bambino nel lavandino del bagno e poi ha aperto l'acqua calda per vedere che reazione avrebbe avuto. Quando si è accorta che la pelle del bimbo diventava rossa ha aperto il rubinetto dell'acqua fredda, ma ormai era tardi: il piccolo ha riportato ustioni di secondo e terzo grado. All'inizio la giovane ha cercato di curarlo da sola, ma poi si è precipitata in ospedale.

Dall'interrogatorio è emerso che la madre era «arrabbiata e frustrata» e che ha dato uno schiaffo al bimbo, buttandolo sul letto, prima di provocargli le ustioni. La 18enne è stata arrestata e dovrà comparire in tribunale l'8 dicembre prossimo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X