Lunedì, 24 Settembre 2018

"Un amico molto speciale", al cinema un Babbo Natale... ladro

ROMA. Di Babbi Natale sui generis e stropicciati il cinema ne ha regalati vari: dal devastato Louis Winthorpe III (Dan Aykroyd) in Una poltrona per due al
mascalzone Babbo Bastardo recitato da Billy Bob Thornton. Ora ne arriva uno ladro d'appartamenti e un po' acrobata (Tahar Rahim), protagonista insieme a un bambino sognatore (Victor Cabal)  della favola moderna Un amico molto speciale di Alexandre Coffre, nelle sale dal 4 dicembre in 250 copie distribuita da M2 Pictures.

Il film arriva in Italia sei giorni prima del debutto in Francia, dove Coffre è reduce dal successo di Tutta colpa del vulcano, con Dany Boon e Valerie Bonneton. «È una commedia che gioca con la simbologia del Natale - spiega nelle note di produzione il regista -. C'è un lato irriverente che riesce a divertire senza però offuscare mai l'immagine del Natale e di Babbo Natale. Ma la modernità scaturisce soprattutto dal percorso che compiono i due protagonisti». Il loro incontro avviene nella sera del 24 dicembre sul balcone della stanza di Antoine (lo straordinario esordiente Victor Cabal), bambino di sei anni che ha perso il papà, il cui più grande sogno è poter fare un giro sulla slitta di Babbo Natale. Non gli sembra vero quindi trovarlo fuori dalla sua finestra: il bambino non si rende conto di avere davanti un topo d'appartamenti (Tahar Rahim) specializzato in palazzi di lusso e furti ai piani alti, che approfitta del travestimento da Babbo Natale per farsi notare meno nei giorni delle Feste. Per quanto l'uomo cerchi di rimandarlo a dormire, Antoine non ci sta a lasciar andare il suo Babbo Natale e lo insegue per le strade di Parigi, dando il via a una serie di divertenti disavventure che li porterà a diventare complici sui tetti della Ville Lumiere.

Rahim, classe 1981, interprete che si è messo in luce con film di grandi autori come Il profeta di Jacques Audiard (per cui ha ottenuto nel 2010 due Cesar, come attore protagonista e miglior rivelazione maschile) e Il passato di Asghar Farhadi, è alla sua seconda commedia del 2014, dopo Samba degli autori di Quasi Amici, Olivier Nakache e Eric Toledano, con Omar Sy e Charlotte Gainsbourg, che ha conquistato il botteghino francese con quasi 3 milioni di spettatori, in arrivo nelle sale italiane l'anno prossimo. Per l'attore il suo personaggio in Un amico molto speciale è «un adulto che conserva il suo spirito infantile, è una persona che dice le cose senza filtro. Man mano che la storia va avanti, poi, inizia a crescere e si realizza come uomo fino a incarnare una sorta di figura paterna. Mi toccava molto questa evoluzione del personaggio e ci vedevo quasi una sfida personale: essere credibile, far commuovere e divertire al tempo stesso».

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X