Mercoledì, 12 Dicembre 2018
STATI UNITI

Bimbo scomparso da 4 anni ritrovato: era stato nascosto dal padre

Il ragazzino di 13 anni era segregato in casa dal padre e dalla matrigna ad Atlanta

ATLANTA. Ha finalmente riabbracciato commosso la mamma, che non ne sapeva più nulla da ben quattro anni, il ragazzino afroamericano di 13 anni che per tutto questo tempo era vissuto nascosto al resto del mondo dal padre e dalla matrigna alla periferia di Atlanta, in Georgia. Segregato dietro a una «falsa parete» del garage della casa del padre, Gregory Jean, 37 anni e della sua matrigna, Samantha Joy Davis, di 42, che sono finiti in cella senza possibilità di rilascio dietro cauzione.

Il ragazzino «continua a dire grazie, grazie, grazie», ha raccontato un poliziotto, «la sua gioia per essere stato ritrovato è incontenibile». Nelle ultime ore sono emersi molti nuovi dettagli. Si è così  appreso che gli agenti sono stati allertati quando il ragazzo è riuscito a contattare sua sorella servendosi di uno smartphone, inviandole un messaggino, che lei ha poi passato alla madre che a sua volta ha chiesto aiuto alla polizia. Ma un primo intervento dei poliziotti è andato a vuoto.  Secondo quanto ha detto alla Nbc News il capitano Angelo Daniel, un portavoce della polizia locale, gli agenti sono andati sul posto e hanno trovato una famiglia con tre bambini che ha affermato di non sapere nulla del ragazzo scomparso, e così, dopo aver dato un'occhiata in giro, se ne sono andati.

La madre del ragazzo, che non vive in Georgia ma in Florida, ha però telefonato di nuovo alla polizia e ha riferito dei dettagli fondamentali che aveva appreso da suo figlio che era di nuovo al telefono, proprio mentre gli agenti erano tornati sul posto, e questa volta sono riusciti a individuare il nascondiglio. Il padre e la sua convivente sono stati così accusati  imprigionamento e crudeltà ai danni di un bambino e di aver ostacolato la giustizia. La mamma biologica si è invece precipitata sul posto per riabbracciare suo figlio: non lo vedeva da quando, quattro anni fa, era andato a trovare il padre che poi si era rifiutato di farlo tornare dalla madre.

La denuncia della scomparsa, scrive la stampa locale, era stata presentata solo ai servizi sociali e non alla polizia, probabilmente perchè la madre è un'immigrata irregolare. Ad ogni modo un vicino ha raccontato che il ragazzo spesso era davanti all'abitazione, a falciare il prato e fare lavoretti, ma anche a giocare. «Ce l'avevamo davanti al naso, avremmo potuto fare qualcosa», ha raccontato uno di loro, Akono Ekundayo, aggiungendo che «non era mai afflitto, o almeno non sembrava».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X