Mercoledì, 19 Settembre 2018

Mostre, concerti e presepi: si accende il Natale a Ragusa Ibla

RAGUSA. Ben 15 differenti natività per creare una vera e propria “via dei presepi” da scoprire tra gli scorci più suggestivi di un quartiere come Ragusa Ibla, pieno di monumenti, palazzi nobiliari, chiese. Un unicum divenuto patrimonio dell’Umanità, nei fatti un grande presepe a cielo aperto che si erge su di un colle inerpicandosi verso l’alto.

Dal 6 dicembre prossimo e fino all’11 gennaio del nuovo anno, l’antico quartiere ospiterà la manifestazione “Natale a Ibla” promossa dai commercianti che aderiscono al centro commerciale naturale “Antica Ibla” in piena sinergia con il Comune di Ragusa, Assessorato Cultura e Spettacoli. Un programma che si svilupperà in ben 25 giornate tra spettacoli, concerti, mostre, laboratori per bambini, cantastorie e l’immancabile Babbo Natale con i suoi simpatici amici elfi.

Ma il fulcro principale della manifestazione saranno i presepi. Per la prima volta i palazzi nobiliari e le dimore più antiche di Ibla aprono le proprie porte ai visitatori per mostrare i presepi delle proprie collezioni private. Spettacolari manufatti artigianali, risultato del meticoloso lavoro di maestri d’arte, o più semplicemente il frutto della creatività delle famiglie ragusane. Presepi che esaltano la natività offrendo particolari dettagli, paesaggi, scene di vita vissuta e suggestioni che i turisti e i visitatori potranno facilmente scoprire in un percorso lungo le vie principali del quartiere fino ad arrivare ai presepi monumentali all’interno delle chiese. Il centro commerciale naturale “Antica Ibla” ha inoltre lanciato una speciale promozione dedicata ai turisti. Grazie a ben 13 strutture ricettive che hanno aderito, sarà possibile ottenere lo sconto del 20% sulle tariffe ufficiali per coloro che pernotteranno almeno tre giorni nel quartiere barocco. I turisti riceveranno inoltre una speciale colazione a base di prodotti locali.

Abbiamo deciso di organizzare in modo diretto le attività dedicate al Natale 2014 – spiega Santi Tiralosi, presidente del centro Antica Ibla –. Lo abbiamo fatto con largo anticipo lanciando l’appuntamento natalizio già in estate con delle cartoline distribuite ai turisti e che simpaticamente utilizzavano un proverbio siciliano. Questo il senso: “Dove ti sei fatto l’estate, fatti l’inverno”. Un invito dunque rivolto ai turisti affinché, affascinati dal nostro barocco, fossero invogliati a tornare. E per loro, ma anche per i visitatori ragusani, abbiamo ideato un cartellone con ben 25 giornate di iniziative, attività, mostre, presepi e numerosi concerti sia nei teatri che nelle chiese. Inoltre accanto al circuito prettamente turistico rilanciamo quello dello shopping di qualità per permettere a tutti di fare il proprio regalo di Natale. Un cartellone variegato per il quale ringrazio il direttivo del ccn e in particolare Daniele La Rosa, Carlo Cosentini, Elena Tumino e Maria Guastella.

Ci saranno anche delle attrazioni particolari: il museo del tesoro di San Giorgio resterà aperto tutti i giorni (orari 9,30 – 12,30 e 16 – 18,30), così come sarà possibile visitare il maestoso presepe monumentale realizzato dal maestro Giuseppe Criscione alla chiesa del Signore Trovato (orari 10 – 13 e 16 – 22), oltre ad una collezione di presepi del mondo aperta nei festivi (dalle 16 alle 20) nei pressi della chiesa di Santa Maria delle Scale.

La manifestazione “Natale a Ibla” gode del patrocinio del Comune di Ragusa, del contributo della Banca Agricola Popolare di Ragusa, dell’Interspar Le Dune e del supporto di sponsor privati. L’assessore comunale alla Cultura e Spettacoli, Stefania Campo, saluta positivamente la manifestazione: <<Il Comune si è subito posto a fianco dei commercianti per un’iniziativa che rientra nel più ampio cartellone di Natale Barocco che presenteremo ufficialmente il 4 dicembre. Ibla è un antico quartiere che rappresenta un vero e proprio scrigno tutto da scoprire. I percorsi dei presepi, abbinati alle altre iniziative in programma, permetteranno di far conoscere più da vicino il nostro quartiere ma anche la nostra storia, portando i turisti, e i visitatori locali, ad apprezzare angoli monumentali suggestivi realizzati dal sapiente lavoro dei nostri avi. I presepi, inoltre, rappresentano la Santa Natività e sarà molto bello vederne la raffigurazione secondo le originali creazioni realizzate da molti privati oltre ai presepi monumentali nelle chiese>>.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X