Martedì, 25 Settembre 2018
BUON RIPOSO

A prova di peso, statura e allergie: così si sceglie il materasso giusto

di
I materiali rigidi ostacolano il rilassamento di muscoli, colonna vertebrale e la circolazione sanguigna. I modelli a molle insacchettate risultano ergonomici, mentre quelli a visco elastico sono avvolgenti

PALERMO. «Il sonno è per tutti gli uomini ciò che la carica è per l’orologio» scriveva Arthur Schopenhauer. Con queste parole, il noto filosofo tedesco ci ricorda l’importanza di un sonno ristoratore per ricaricarsi sia a livello fisico che mentale. Per farlo, è fondamentale dormire una quantità sufficiente di ore ma soprattutto è indispensabile riposare bene. Non sono poche, infatti, le persone che al risveglio lamentano dolori ad articolazioni e muscoli. La causa principale è da ricercare nell'utilizzo di un sistema materasso-rete-guanciale non adatto alla conformazione del proprio corpo.

Come scegliere dunque componenti che garantiscano un riposo di qualità?
Innanzitutto, bisogna prestare particolare attenzione alla scelta del materasso. A prima vista, i materassi possono sembrare tutti uguali. In realtà, ogni modello presenta caratteristiche e proprietà specifiche.

Per individuare quello che meglio si adatta alla propria struttura corporea occorre considerare alcuni aspetti: principalmente, il peso e la statura della persona che lo utilizzerà.
In generale, però, prima di acquistare un materasso, è importante provarlo. «I materassi prima di acquistarli vanno provati facendo la cosiddetta prova sensibilità - sottolinea Francesco Dimartino, titolare di Flexduemila, azienda ragusana a conduzione familiare che produce e vende materassi da oltre quarant'anni -. Questo è necessario per scegliere un prodotto che si adatti alla forma e alle esigenze del nostro corpo e ci consenta, di conseguenza, di assumere una postura corretta».

Per quanto riguarda i materiali, in commercio esistono diversi tipi di materasso. Alcuni propendono ad esempio per i materassi a molle insacchettate che risultano particolarmente ergonomici. Altri invece preferiscono i cosiddetti «memory» che garantiscono una distribuzione omogenea della pressione corporea.

Nel caso poi si soffra di particolari allergie, si può optare per materiali che tengano conto di questa nostra necessità. «Quando si sceglie un materasso bisogna propendere per prodotti di alta qualità che durino nel tempo - suggerisce Dimartino -. In relazione alle proprie esigenze personali, si può preferire il materasso in lattice oppure quello in visco elastico, comunemente chiamato memory. Il primo dona una sensazione di maggiore spinta per cui il corpo risulta più sostenuto; il secondo, invece, supportato dalla gomma piuma o dal poliuretano ad alta densità, tende ad avvolgere il corpo».

Indipendentemente dal materiale con cui è realizzato, un materasso non deve essere troppo rigido. Deve inoltre favorire il rilassamento di muscoli e colonna vertebrale e la circolazione sanguigna. Obiettivo che si raggiunge individuando anche una rete e un guanciale che si associno adeguatamente al materasso scelto. «La rete riveste notevole importanza per un salutare riposo in quanto sostiene non solo il materasso ma tutto il peso del nostro corpo - conclude Dimartino -. Le reti realizzate con doghe in legno sono indicate per qualsiasi tipo di materasso. Per garantire il massimo comfort, infine, bisogna scegliere un buon guanciale. Alto, medio o basso, in lattice o in visco elastico, l’importante è che si adatti al meglio alla conformazione del nostro collo e della nostra testa».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X