Lunedì, 24 Settembre 2018
LO STUDIO

Cgia, quest'anno tredicesime più "pesanti" per i dipendenti italiani

L'indagine riguarda tre importanti categorie di lavoratori dipendenti presenti nel nostro Paese: quella degli operai, quella degli impiegati e quella dei quadri/capo ufficio, tutti occupati nel settore privato

VENEZIA. Tredicesima più pesante per il lavoratori dipendenti di quella percepita l'anno scorso; tuttavia, è opportuno ricordare che questa ulteriore mensilità non beneficerà del bonus degli 80 euro introdotti dal Governo nella primavera scorsa per i redditi medio-bassi.

È questo il risultato emerso da una stima realizzata dalla Cgia che ha fatto i conti in tasca a tre importanti categorie di lavoratori dipendenti presenti nel nostro Paese: quella degli operai, quella degli impiegati e quella dei quadri/capo ufficio, tutti occupati nel settore privato.

La Cgia stima che oltre 33 milioni di pensionati e di dipendenti italiani, sia pubblici che privati, percepiranno quest'anno quasi 38 miliardi di euro di tredicesime: questo importo  garantirà alle casse dell'erario un gettito di oltre 9,7 mld di euro.

Nelle prossime settimane riceveranno la mensilità poco meno di 16.600.000 pensionati e quasi 16.800.000 lavoratori dipendenti. A livello territoriale, la regione che presenta il maggior numero di percettori è la Lombardia: poco più di 6 milioni di persone (pari al 18% del totale).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X