Domenica, 23 Settembre 2018
REGIONE

Riforma Province, protesta dei lavoratori delle società partecipate

Cgil, Cisl e Uil: dare certezze agli oltre 600 dipendenti

PALERMO.Ad oggi non c’è alcuna certezza sul futuro dei lavoratori delle società partecipate delle Province. Chiediamo un incontro urgente al presidente della Regione, Rosario Crocetta. Martedì prossimo i lavoratori realizzeranno un sit-in con assemblea davanti a Palazzo d’Orleans”: lo scrivono in una nota i leader di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, Salvatore Leonardi, Mimma Calabrò e Marianna Flauto in merito al destino degli oltre 600 lavoratori del settore.

“Non è stata data alcuna garanzia formale ed esplicita che preveda la garanzia di tutti i livelli occupazionali dei lavoratori – prosegue la nota – l’ex assessore aveva comunicato l’insediamento di alcune commissioni di studio, ognuna con incarichi differenti, tra le quali ad una di esse era stato dato l’incarico specifico di studiare le possibilità di passaggio dei lavoratori delle società partecipate delle provincie ai nuovi enti costituiti. Ma non conosciamo quali siano le determinazioni assunte su tale materia, sulla quale invece continuano a permanere forti dubbi e perplessità, anche di garanzia e di tutela delle retribuzioni di questi lavoratori anche nel breve periodo, cosa che sta creando fortissime preoccupazioni per il futuro di tutte le famiglie coinvolte”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X