Venerdì, 21 Settembre 2018
PESCARA

Bimbo di un anno e 8 mesi ingerisce droga: grave in ospedale

PESCARA. Un bambino di un anno e otto mesi è ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di Pescara dopo aver ingerito della droga, presumibilmente cannabis e cocaina. Figlio di due tossicodipendenti e con il padre Rom in carcere, il piccolo è stato accompagnato in ospedale dalla madre.

Secondo il racconto della donna, il bimbo avrebbe raccolto un involucro a terra, nella zona del complesso 'Ferro di Cavallo' nel popoloso quartiere 'Rancitelli' di Pescara, e lo avrebbe ingerito. Per ricostruire quanto accaduto sono al lavoro gli uomini della squadra Mobile della Questura, diretti da Pierfrancesco Muriana, che stanno effettuando accertamenti e perquisizioni. Il pm che coordina le indagini è Barbara Del Bono.

Le indagini. Secondo quanto raccontato dalla madre, il bambino avrebbe raccolto «qualcosa» sotto l’edificio popolare «ferro di cavallo» di Rancitelli, e l’avrebbe ingerita. La donna se ne sarebbe accorta e avrebbe tolto dalla bocca del piccolo la sostanza, dopodiché lo avrebbe portato in ospedale privo di conoscenza. È stato il personale del posto fisso di polizia dell’ospedale, dopo averne avuto notizia dai medici, ad allertare la squadra mobile della polizia. Gli uomini della polizia hanno avviato le indagini e eseguito delle perquisizioni ma non hanno trovato niente. Le indagini vanno avanti. Il sostituto procuratore che si sta occupando del caso è Barbara Del Bono.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X