Sabato, 17 Novembre 2018
A KOBANE

Isis, tre svedesi morti in Siria sotto i bombardamenti degli americani

I ventenni si erano uniti all'esercito islamico nella città da settembre sotto attacco dell'Isis

KOBANE. Tre ventenni svedesi che si erano uniti all'Esercito Islamico attivo in Iraq e Siria sono rimasti uccisi in combattimento a Kobane. Lo scrive il giornale l'Expressen secondo il quale i ragazzi erano originari di Stoccolma e Goteborg e sono morti sotto i bombardamenti dell'aviazione americana presso la città curda teatro negli ultimi mesi della guerra in corso in Siria.

Il giornale scrive di aver avuto la notizia, ancora non confermata dal ministero degli esteri svedese, da un altro combattente dell'Isis della stessa nazionalità. All'agenzia TT la portavoce Victoria Bell ha dichiarato che il ministero può confermare solo che l'area è in preda ai combattimenti e ottenere informazioni certe è molto difficile.  L'Expressen ha precisato che i tre uomini di nazionalità svedese erano tutti di origine somala e che tra i sei e i sette svedesi partono ogni settimana alla volta della Siria per prendere parte ai combattimenti. Kobane è la città da settembre sotto attacco dell'isis e difesa strenuamente dai curdi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X