Martedì, 20 Novembre 2018
IL CASO

Sanità siciliana, dipendenti condannati negli uffici? Ferme le verifiche sul personale

Scaduto il termine fissato dal governo regionale, ma non sono giunte ancora segnalazioni. Il dirigente Sammartano: «Capire se la direttiva è stata rispettata»

PALERMO. Nessuno nella sanità siciliana ad oggi avrebbe risposto. Asp e ospedali non avrebbero ancora inviato l’esito del monitoraggio richiesto dal governo sulle piante organiche, per verificare la presenza di dipendenti condannati per reati incompatibili col posto di lavoro occupato.

E così domani il dirigente generale della Pianificazione strategica, Salvatore Sammartano, inizierà una contro verifica per capire se la mancata comunicazione dei dati significa che non ci sono operatori sanitari condannati o se invece gli uffici hanno disatteso l’ordine. Eppure l’indicazione era partita direttamente dal presidente della Regione, Rosario Crocetta e dall’assessore alla Salute, Lucia Borsellino.

RI.VE.

ALTRE NOTIZIE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X