Lunedì, 19 Novembre 2018
A MILANO

Cura dei neonati, robot per la preparazione di farmaci più sicuri

Il progetto è stato finanziato grazie all'iniziativa Ricarica Insieme, a cui hanno partecipato i clienti Vodafone

MILANO. Fondazione Vodafone e Fondazione Ca' Granda Policlinico hanno presentato oggi a Milano il progetto 'Il robot e la carezza', con cui il Reparto di Neonatologia della Clinica Mangiagalli si è dotato di un sofisticato robot che assicura preparazioni farmacologiche più sicure, e permette agli operatori di avere più tempo da dedicare alla cura dei neonati.

Il progetto è stato finanziato grazie all'iniziativa Ricarica Insieme, a cui hanno partecipato i clienti Vodafone. Per ogni euro donato dai clienti, Fondazione Vodafone ha contribuito con un ulteriore euro, per un totale di 600.000 euro interamente devoluti al progetto. "Siamo orgogliosi di collaborare con il
reparto di neonatologia della Clinica Mangiagalli per rendere più efficace il lavoro di chi è vicino ai bambini - ha detto Alex Zanardi, presidente della Fondazione Vodafone - questo progetto conferma il nostro impegno a promuovere una società civile più inclusiva e accessibile, che grazie alla tecnologia è in grado di dare una possibilità in più a chi ne ha bisogno ".

"Ogni anno - spiega Fabio Mosca, direttore della Neonatologia e della Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico - vengono effettuate nella Neonatologia della Clinica Mangiagalli circa 125.000 terapie farmacologiche. Disporre di un sistema robotizzato per la preparazione di queste terapie permette di azzerare il possibile errore umano e consente inoltre agli infermieri di utilizzare il tempo così risparmiato in pratiche assistenziali più utili".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X