LA VERTENZA

Formazione, tagli agli stipendi per evitare i licenziamenti

di

Accordo tra enti e sindacati per i contratti di di solidarietà in sei sodalizi, in altri tre sono state avviate le procedure. I dipendenti perderanno il 30% dello stipendio

formazione professionale, Giuseppe Raimondi, Sicilia, Politica

PALERMO. Tagli agli stipendi per evitare i licenziamenti. La riduzione dei finanziamenti pubblici costringe sindacati ed enti gestori dei corsi di formazione a un’operazione che può fare da apripista a molti altri settori in crisi. Nel giro di appena una settimana sono stati introdotti contratti di solidarietà in 6 enti e in altri 3 la procedura è già stata avviata.
I lavoratori che dal prossimo mese vedranno ridotti i loro compensi sono 742. Ma grazie ai contratti di solidarietà sono stati evitati 173 licenziamenti che gli enti gestori erano ormai a un passo dall’ufficializzare.

Gli enti in cui è stato introdotto il contratto di solidarietà sono: il Nuovo Cammino che ha 48 dipendenti e stava per licenziarne 16, il Cerf che ha 24 dipendenti e voleva licenziarne 14, l’Anfe regionale che conta 433 assunti e rischiava di mandarne a casa 116, l’Iripa Sicilia che ha a libro paga 63 persone e stava per licenziarne 11.

In tutti questi enti il personale assunto a tempo indeterminato perderà il 30% circa dello stipendio che corrisponde mediamente a 400 euro lorde al mese.

ALTRE NOTIZIE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati