L'UDIENZA

Stato-mafia, i pm al Quirinale: iniziata
la deposizione di Napolitano

deposizione, mafia, Quirinale, stato, udienza, Giorgio Napolitano, Sicilia, Politica

ROMA. Giornalisti e curiosi radunati in piazza del Quirinale a Roma per l'attesa deposizione del capo dello Stato al processo sulla trattativa Stato-mafia. Il presidente della Repubblica ha iniziato la sua deposizione davanti alla Corte di Assise di Palermo, per l'occasione in trasferta nella Capitale.

Oltre al presidente Alfredo Montalto e al giudice a latere Stefania Brambille, sono presenti i sei giudici popolari (quattro titolari e due supplenti).

Il Quirinale è offlimits alla stampa che non potrà assistere alla deposizione neppure attraverso la video registrazione.

I quattro pubblici ministeri titolari dell'accusa - l'aggiunto Vittorio Teresi e i sostituti Nino Di Matteo, Roberto Tartaglia e Francesco Del Bene - hanno messo per iscritto, durante una lunghissima riunione che si è svolta ieri mattina in Procura, tutti i quesiti da porre al presidente della Repubblica.  Impossibile prevedere la durata dell'esame che potrebbe dipendere dalle risposte di Giorgio Napolitano e anche dalle eventuali opposizioni presentate dall'avvocatura dello Stato e dallo stesso presidente della Repubblica. A decidere sull'ammissibilità delle domande sarà sempre il presidente della corte d'assise Alfredo Montalto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati