liceo, seattle, sparatoria, Sicilia, Mondo
STATI UNITI

Sparatoria in un liceo di Seattle, sale a due il numero delle vittime

La ragazza, Gia Soriano, di 14 anni, ha cessato di vivere nell'ospedale regionale di Providence

SEATTLE. È morta una delle ragazze rimaste ferite della sparatoria avvenuta nei giorni scorsi in un liceo di Seattle, nel nord-ovest degli Usa, dove uno studente aveva aperto il fuoco su alcuni compagni nella caffetteria della scuola - comprese due sue cugine - prima di suicidarsi. La ragazza, Gia Soriano, di 14 anni, ha cessato di vivere nell'ospedale regionale di Providence: la sua morte porta a due il totale dei ragazzi uccisi, oltre a tre feriti, in questo ennesimo episodio di sangue in una scuola americana.

L'aggressore che ha aperto il fuoco nella Marysville-Pilchuck High School, a nord di Seattle, è uno studente. Lo ha confermato la polizia in una conferenza stampa. La polizia ha inoltre confermato che il ragazzo si è tolto la vita. Lo studente che ha aperto il fuoco nella caffetteria della Marysville-Pilchuck High School, a nord di Seattle, era molto popolare, ma di recente era stato vittima di bullismo. Lo riferisce la Cnn.

Il killer si chiamava Jaylen Fryberg ed era uno studente del primo anno di liceo.  Il ragazzo, un nativo americano, discendente della tribù Tulalip, aveva un profilo su Twitter. Inquietante l'ultimo messaggio, scritto ieri: «Non durerà, non potrà mai durare». Pare che avesse problemi con la propria ragazza. Su Twitter si vedono sue foto, alcune con un fucile da caccia in mano.

La scuola è stata posta in isolamento.  Le immagini delle tv mostrano gli studenti fuggire dal liceo dopo la notizia della sparatoria. Pare che l'aggressore abbia aperto il fuoco dentro la caffetteria della scuola.

Intanto emergono gli agghiaccianti momenti della sparatoria. Una professoressa ha cercato di disarmare lo studente killer. È il racconto fatto da uno degli studenti alla tv locale Kiro. Secondo il suo racconto, Megan Silberberger, insegnante del liceo, ha afferrato il braccio del ragazzo, cercando di disarmarlo. I due hanno quindi lottato per alcuni minuti e il ragazzo ha puntato la pistola contro il collo della donna; poi l'ha rivolta contro di sè e si è tolto la vita. La versione del testimone non ha ancora una conferma ufficiale della polizia.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati