REGIONE

Licenziato per assenteismo, dirigente fa ricorso: reintegrato

di

Il caso di Silvio Nicolaci, dirigente di terza fascia dell'assessorato alla Funzione pubblica che la Regione aveva licenziato per giusta causa

assenteismo, LAVORO, regione, Sicilia, Sicilia, Politica

PALERMO. Era stato licenziato per assenteismo e insubordinazione ma ora il giudice del lavoro di Palermo gli ha garantito il reintegro e gli stipendi arretrati. Si chiude così, almeno in questa fase, il caso di Silvio Nicolaci, dirigente di terza fascia dell'assessorato alla Funzione pubblica che la Regione aveva licenziato per giusta causa.
Secondo l'assessorato aveva più volte rifiutato un trasferimento e poi si era assentato senza giustificazione dal lavoro. Il caso aveva fatto scalpore perché la Regione aveva optato per il licenziamento ritenendo anche che con il dirigente si fosse rotto il rapporto di fiducia. Ma lui aveva sempre negato ogni addebito e ha fatto ricorso.
La sentenza è arrivata ora e dà ragione, almeno in primo grado, al dirigente. Scatta il reintegro e il rimborso delle mensilità arretrate.
Il caso non è del tutto isolato perchè nei giorni scorsi la Regione ha licenziato un altro dipendente per assenteismo, lavorava all'ispettorato costale di Ragusa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati