Calcio, estero, Grecia, Sicilia, Archivio, Sport
GRECIA

Creta, i tifosi lo implorano: Gattuso ritira le dimissioni

L’ex tecnico del Palermo cambia idea e non lascia la panchina dell’Ofi

ROMA. Rino Gattuso ci ripensa e resta dov'è: sulla panchina dell'Ofi Creta, club 11/o in classifica del campionato greco e, soprattutto, in grosse difficoltà finanziarie. A fargli cambiare idea, dopo l'annuncio choc di ieri (''non posso portare tutto sulle mie spalle da solo''), complice l'ennesima sconfitta casalinga, non sono stati tanto i vertici del club, quanto il 'pressing' della tifoseria ultrà. Una decisione maturata questa mattina dopo che un centinaio di supporter lo avevano bloccato al campo d'allenamento, dove 'Ringhio' si era recato per salutare giocatori e staff. "Alla luce dell'incredibile manifestazione d'affetto che i tifosi dell'Ofi mi hanno tributato stamattina, radunandosi al centro di allenamento per chiedermi di restare, e della vicinanza altrettanto grande  dei giocatori e del boarding del club - ha spiegato l'ex rossonero - ho ritenuto di fare un passo indietro. Ho dunque deciso di ritirare le dimissioni da allenatore dell'Ofi. Il lavoro mio e del mio staff prosegue con immutato impegno e con l'appoggio fattivo della società, per regalare a una città e a una tifoseria tanto passionali le soddisfazioni che meritano".

Decisiva, come detto, la grande manifestazione di affetto tributatagli nelle ultime ore dai tifosi, che fin da ieri sera si erano radunati sotto la sua casa per invitarlo a restare, a cui si sono aggiunti il presidente del club, Mantos Purinatis, e gli stessi giocatori: stamattina, una nutrita rappresentanza dei calciatori dell'Ofi, in testa il capitano Makris, ha parlato a lungo con Gattuso facendogli alla fine cambiare idea. "Ho messo la mia passione e tutte le mie forze a disposizione del gruppo ma non posso avere problemi tutti i giorni - aveva detto ieri preannunciando le dimissioni - Non faccio il presidente, il mio lavoro è il calcio, mi dispiace ma non posso continuare. Lo faccio per il bene della squadra".

Tornato questa estate a sedersi su una panchina dopo le deludenti esperienze con Sion e Palermo, Gattuso ha guidato l'Ofi in sette gare di campionato, con 3 vittorie (una addirittura in casa del Panatinaikos) e 4 sconfitte. Un ruolino di marcia altalenante che è andato di pari passo col caos che 'Ringhio' ha respirato anche a livello societario e ambientale: celebre il suo show in conferenza stampa il 20 settembre scorso, dopo la vittoria sull'Atromitos, durante la quale si era scagliato contro i media esprimendo la sua rabbia in un mix di italiano, inglese e greco che ai più a fatto tornare in mente un'altrettanto celebre sfuriata del Trap in Germania.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati