CASSAZIONE

Dolce&Gabbana accusati di evasione fiscale: assolti

Secondo la Cassazione, gli stilisti "non hanno commesso il fatto"

cassazione, evasione fiscale, fisco, stilisti, Dolce & Gabbana, Sicilia, Cronaca

La Cassazione ha assolto gli stilisti Dolce e Gabbana "per non aver commesso il fatto" dall'accusa di evasione fiscale. Gli stilisti erano stati condannati in appello a un anno e sei mesi di reclusione. Assolto anche il commercialista Luciano Patelli. Sono stati assolti anche i manager Cristina Ruella e Giuseppe Minoni. Per tutti, Dolce e Gabbana compresi, la Suprema Corte ha annullato le condanne senza rinvio con la formula "perchè il fatto non sussiste" e non - come inizialmente appreso - con la formula "per non aver commesso il fatto". L'unico per il quale la condanna è stata annullata con rinvio è Alfonso Dolce, fratello di Domenico. Ma tutto il processo si prescrive all'inizio di novembre. Annullate anche tutte le statuizioni civili.

"Siamo persone oneste"
"Eravamo certi!!! Siamo delle persone oneste!!! W l'Italia". E' il primo commento di Stefano Gabbana, twittato dopo la sentenza della Cassazione che lo ha assolto insieme con Domenico Dolce dall'accusa di evasione fiscale. Il tweet finisce con l'hashtag #orgogliosodiessereitaliano.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati