forza italia, ius soli, nozze gay, Silvio Berlusconi, Sicilia, Politica
IUS SOLI

Berlusconi apre su gay: "Legge tedesca giusto compromesso"

"Siamo d'accordo e riteniamo che dare la cittadinanza ad un figlio di stranieri sia doveroso quando questa persona ha fatto un ciclo scolastico e conosce la nostra storia"

ROMA. "Stiamo lavorando con Renzi per trovare una legge che possa andare nella direzione del bipolarismo e possa far fare passi avanti per la governabilità dell'Italia". Lo afferma Silvio Berlusconi, nel corso di una conferenza stampa alla Camera.

"Noi siamo sempre stati disponibili ad approfondire i temi che erano all'origine dell'accordo famigerato del Patto del Nazareno. Da parte della sinistra il nostro capogruppo Brunetta ha contato 9 richiesta di modifiche. Noi le abbiamo accolte tutte, poi alla fine pure questa. Noi ci stiamo confrontando per dare governabilità al paese", ha detto Berlusconi rispondendo ad una domanda in merito alle ultime proposte sulla legge elettorale da parte di Renzi.

Poi sullo ius soli: "Era una nostra proposta, avevamo anche scritto un intervento. Siamo d'accordo e riteniamo che dare la cittadinanza ad un figlio di stranieri sia doveroso quando questa persona ha fatto un ciclo scolastico e conosce la nostra storia".

"Noi abbiamo sempre discusso al nostro interno di queste situazioni e abbiamo anche un progetto di legge, il dipartimento avrà come primo compito quello di approfondire questo schema di legge, in modo da fare un ddl condiviso da tutti, dentro il partito e in Parlamento". "Nel nostro programma sempre un accenno ai diritti civili e la promozione della dignità della persona ricordando anche la famiglia. Noi ci siamo sempre battuti affinché si affermino i diritti delle coppie omosessuali.

"Sui diritti civili serve un cambio di passo anche da parte della sinistra che li ha sempre considerati un argomento da salotto", ha detto ancora Silvio Berlusconi nel corso di una conferenza stampa alla Camera.

"La legge tedesca sulle unioni civili è il giusto compromesso tra le libertà di tutti e il rispetto profondo dei valori cristiani e della famiglia", secondo Berlusconi.

Poi Berlusconi anticipa la 'scelta' di Fi sulla Consulta: "Ho messo al lavoro i presidenti di tutti i comitati regionali e li ho invitati a raccogliere i dati di persone di genere femminile. Ci sono arrivati 12 curricula molto molto interessanti. Tra questi ne abbiamo scelti 3 che consegneremo questa sera ai capigruppo" che poi ne sceglieranno uno.

"Fi si sta strutturando in maniera organizzata ed io sono sicuro che alle prossime elezioni, che io penso saranno nel 2018, ci presenteremo per vincere. Non c'è nessun passo indietro ma molti passi avanti, stiamo trovando molta collaborazione": così Berlusconi nel corso di una conferenza stampa alla Camera.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati