EUROZONA

Standard&Poor's: "L'Italia rischia la spirale della deflazione"

La bassa inflazione o la deflazione osservata in Belgio, Grecia, Spagna e Italia «potrebbe portare a una propensione al risparmio ancora più alta»

Sicilia, Economia

NEW YORK. La bassa inflazione o la deflazione osservata in Belgio, Grecia, Spagna e Italia «potrebbe portare a una propensione al risparmio ancora più alta», portando a un calo di consumi e investimenti che peserebbe sui prezzi «aumentando il rischio di una viziosa spirale deflazionistica». Lo scrive Standard & Poor's in un report. Uno stimolo della domanda tedesca aumentando la spesa pubblica «avrebbe un effetto piuttosto limitato» sulle economie di Italia, Spagna e Francia. Lo scrive Standard & Poor's in un report dove stima che un +1% di spesa tedesca spingerebbe il Pil dei tre Paesi di appena lo 0,1 o 0,2%.

L'economia dell'Eurozona non è affatto uscita dalla crisi e «potrebbe entrare in una fase persistente di crescita debole a causa del calo della leva finanziaria e dell'economia globale che rallenta». Lo scrive il un report Standard & Poor's, secondo cui «la politica monetaria può aiutare a stabilizzare le economie nel breve termine, ma può essere controproducente nel lungo termine se porta la politica ad abbassare la guardia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati