beneficenza, etiopia, scuola, solidarietà, Sicilia, Società
L'INIZIATIVA

Palermo, da Facebook alla solidarietà: festa per una scuola in Etiopia

di
Alla Bottega dei sapori musica siciliana e giochi per i bimbi. L’iniziativa di «Mrn», che ha sempre più seguaci sul web

PALERMO. Musica, natura, arte, colori e solidarietà. Con queste parole si può racchiudere l'evento «M.R.N on the garden», che si è svolto ieri pomeriggio dalle 16.30 alle 19, alla Bottega dei saperi e dei sapori dell'associazione Libera, in piazza Castelnuovo. Grazie alla manifestazione organizzata dal gruppo Facebook M.R.N (acronimo di «mi ra niegghia»), piccoli cittadini di tutte le età hanno avuto la possibilità di conoscere le tradizioni popolari della musica siciliana e di imparare l'importanza del rispetto per l'ambiente.

I bambini, infatti, hanno partecipato ad alcuni laboratori condotti da esperti di botanica, di ambiente e di musica siciliana. La manifestazione ha avuto come obiettivo la raccolta fondi per la onlus «Famiglia e solidarietà», che sta contribuendo alla costruzione di una scuola in Etiopia presso il villaggio Gossa. «L'istituto sarà inaugurato a novembre del 2015 - afferma uno dei soci della Onlus, Francesco Alongi - e porterà il nome di padre Pino Puglisi. La nostra associazione nasce proprio da un'idea di padre Mario Golesano, e la sede si trova all'interno della chiesa di Brancaccio. Chi volesse donare può consultare il nostro sito, all’indirizzo www.famigliaesolidarietà.it».

La comunità virtuale M.R.N, organizzatrice dell'evento, era nata da un'idea dell'attuale amministratore, Nicolò Sanacore, con lo scopo di raccogliere molti video divertenti contenenti comportamenti fantozziani. Poi però dalla risata è nata la solidarietà. Visto l'incremento notevole dei componenti del gruppo, si è pensato di creare degli eventi per aiutare e sostenere progetti di beneficenza. Così è scattata una rete solidale molto importante.

«Questa è la settima manifestazione di solidarietà che organizziamo - spiega Nicolò Sanacore -. Adesso guardiamo al futuro e organizzeremo una raccolta fondi per aiutare un doposcuola che si trova in un quartiere difficile di Palermo. Si tratta di finanziare il materiale scolastico di questi bambini che purtroppo sono meno fortunati dei nostri figli». Allegria, balli e risate hanno caratterizzato la manifestazione che è subito partita con il laboratorio «giardinaggio ricicloso» dei ragazzi del gruppo Guerrilla Gardening. I piccoli cittadini hanno decorato alcuni materiali riciclati, trasformandoli in vasetti per le piante.

I bambini, inoltre, hanno avuto la possibilità, grazie alla lezione del presidente del club Bonsai Palermo, Francesco La Rosa, di sporcarsi le mani con la terra, creando così un contatto diretto con la natura.

A fare ballare i piccolini, invece, è stato Angelo Salvatore Daddelli, che ha tenuto una lezione sugli strumenti di musica popolare siciliana. Ma non solo. Con il tamburello, il maranzano e il «friscalettu» di canna ha recitato delle filastrocche in dialetto siciliano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati