ars, pd, regione, Nelli Scilabra, Rosario Crocetta, Sicilia, Politica
REGIONE

Pressing degli alleati su Crocetta: risolvi il caso Scilabra

Tra le ipotesi il cambio di delega e un nuovo rimpasto con una giunta politica

PALERMO. Si fa sempre più insistente il pressing degli alleati affinché il governatore Rosario Crocetta risolva il "caso Scilabra" prima della discussione all'Ars della mozione di censura.

Un pezzo della maggioranza sarebbe disponibile "a salvare" Nelli Scilabra purché il governatore compia passi di distensione "chiari e netti". Diverse le soluzioni prospettate da autorevoli esponenti della maggioranza a Crocetta nel corso di alcuni colloqui: si va dalla rimozione della Scilabra affidandole altri incarichi al cambio di delega.

Ma c'è anche chi suggerisce un nuovo rimpasto per la formazione di una giunta con una evidente impronta politica: in questo scenario Scilabra potrebbe rimanere nell'esecutivo ma non in quota Pd bensì in quota Crocetta, col governatore che manterrebbe per sé la delega alla Formazione o indicherebbe un nuovo assessore di fiducia per portare avanti i suoi piani rivoluzionari del settore.

Tutte ipotesi che, però, si scontrano, al momento, con l'intransigente posizione del governatore, che fa del "caso Scilabra" una questione di principio. Nella maggioranza cresce la consapevolezza che il quadro politico potrebbe ulteriormente peggiorare se Scilabra fosse "censurata" dal voto dell'aula e Crocetta decidesse comunque di andare avanti confermando l'assessore.

"In questo caso, attorno alla Scilabra si creerebbe terra bruciata", sostiene un esponente del Pd, secondo cui la riforma della formazione potrebbe finire nelle sabbie mobili delle commissioni parlamentari, così come tutti gli atti dell'assessore. Tensioni che potrebbero riflettersi anche all'interno della stessa giunta, "come accadde col caso Massimo Russo", ricorda un altro deputato dell'opposizione.

"Raffaele Lombardo se ne fregò della censura a Russo, ma da quel giorno ogni provvedimento dell'assessore alla Salute finiva per impattare contro il muro dell'assessorato all'Economia", aggiunge il parlamentare. E come avvenne per l'ex magistrato, anche nell'eventualità della Scilabra-censurata i gruppi d'opposizione potrebbero disertare i lavori d'aula ogni qualvolta all'ordine del giorno ci saranno atti che riguarderanno l'assessore.

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati