Sicilia, Mondo
LA STORIA

Bimba di 11 mesi sopravvive tre giorni sotto il cadavere del padre

A dare l'allarme, la sera di venerdì, è stato l'altro figlio di Fields, la cui età non è stata rivelata, i media locali sostengono fra i 4-5 anni

WASHINGTON. E' rimasta schiacciata sotto il cadavere del padre, morto per infarto, per tre giorni. La piccola, di appena 11 mesi, è sopravvissuta per miracolo. L'incredibile vicenda è accaduta nella cittadina di Plesant Hill, in Louisiana.

In base a una prima ricostruzione dell'ufficio di medicina legale, Jason Fields, 43 anni, ha messo la figlioletta, Betty Jean Kelly, alla testa del letto e si è seduto accanto a lei con il portatile sulle ginocchia. L'uomo aveva una lunga storia medica alle spalle e all'improvviso, probabilmente lo scorso martedì, è crollato colpito da un arresto cardiaco proprio sulla bimba. "E' collassato all'indietro, intrappolando la figlia sotto il suo corpo", ha detto il vice medico legale, Ron Rivers.

A dare l'allarme, la sera di venerdì, è stato l'altro figlio di Fields, la cui età non è stata rivelata (i media locali sostengono fra i 4-5 anni). Mentre la madre della bambina si trova in carcere. Pare che il bimbo sia andato da un parente che abita vicino per dire che il padre sembrava morto. Non e' molto chiaro cosa il piccolo abbia fatto subito dopo la morte del padre. "E' andato dai parenti e ha detto loro: 'credo che mio papa' sia morto'", ha detto Rivers. I parenti sono rimasti increduli, ma non si sono subito precipitati a casa dell'uomo.

"Hanno finito di sistemare casa e poi hanno riaccompagnato il bambino", ha spiegato ancora il vice medico legale. Quando si sono avvicinati alla casa hanno subito avvertito un odore nauseante e quindi hanno capito che il piccolo stava dicendo la verità. La bimba e' stata ritrovata sotto il cadavere del padre, ormai in stato di decomposizione. "La bimba era incastrata sotto il corpo, con il viso rivolto verso l'altro, incapace di muoversi", ha detto Rivers.

A quel punto il cadavere di Fields si era gonfiato. L'autopsia ha escluso che abbia fatto uso di droghe, stabilendo che il 43enne e' morto per cause naturali. La piccola Betty Jean era disidratata, aveva la schiena e il petto pieno di vesciche e un grosso livido sulla testa, probabilmente causato dal fatto che e' rimasta con la fronte contro il muro per giorni. La piccola è stata trasportata immediatamente in ospedale e dimessa dopo un paio di giorni. "Come abbia fatto la bimba a sopravvivere è veramente incredibile. Se avessimo aspettato un altro giorno probabilmente non ce l'avrebbe fatta", ha detto ancora il vice medico legale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati