FISCO

Accordo Ue anti-evasione: addio al segreto bancario

Padoan: l'Ecofin ha raggiunto un'intesa a 27 sul sistema che entrerà in vigore nel 2016, ma senza l'Austria che ha chiesto un anno in più per adeguarsi

banche, fisco, segreto, ue, Sicilia, Mondo
Pier Carlo Padoan

LUSSEMBURGO. Accordo Ue sullo scambio automatico di informazioni in materia fiscale in chiave anti-evasione: l'Ecofin ha raggiunto un'intesa a 27 sul sistema che entrerà in vigore nel 2016, ma senza l'Austria che ha chiesto un anno in più per adeguarsi. Lo ha annunciato il ministro Pier Carlo Padoan, presidente di turno Ecofin.

"Abbiamo un accordo a 27 Paesi più uno che si è impegnato ad assicurare la sua partecipazione quando avrà risolto questioni tecniche", ha detto il ministro Padoan, che ha definito l'accordo "un traguardo politico molto importante".

L'accordo politico raggiunto oggi, che deve poi passare di nuovo al Consiglio Ecofin di fine anno per l'approvazione definitiva, "segna per sempre la fine del segreto bancario in Europa", spiegano fonti europee. In sostanza oggi è stata approvata la 'Administrative Cooperation Directive', ovvero la legge che consente alla Ue di adeguarsi agli standard Ocse in materia di trasparenza fiscale. Grazie a questa direttiva, lo scambio automatico di informazioni "acquista la dimensione più ampia possibile in Europa, superiore a quella che la revisione della direttiva Risparmi immaginava", spiegano le fonti.

Da gennaio 2017 tutti i Paesi Ue, tranne l'Austria, dovranno scambiarsi le informazioni in materia fiscale su individui, fondi ed entità, dando vita alla "piena trasparenza fiscale in Ue".

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati