I RAID

Pakistan, attacchi con droni americani: uccisi militanti, uno di Al Qaida

Due missili hanno colpito un veicolo uccidendo sul colpo quattro persone

Sicilia, Mondo

ISLAMABAD. E' salito a dieci morti, tra cui un militante di Al Qaida, il bilancio di due attacchi con droni Usa nelle ultime 24 ore nel nord ovest del Pakistan. Nell'ultimo raid, ieri sera nella regione di Shawal, nel distretto tribale del Nord Waziristan, due missili hanno colpito un veicolo uccidendo sul colpo quattro persone secondo fonti della sicurezza locale. L'area sarebbe controllata dal gruppo talebano di Hafiz Gul Bahadur.

Sempre ieri, ma verso mezzogiorno, nella valle di Tirah (Khyber Agency), sul confine con l'Afghanistan, un altro drone aveva centrato un edificio e ucciso sei militanti, tra cui alcuni stranieri. Quest'ultimo attacco è stato confermato dal portavoce della filiale di Al Qaida per il sud Asia, Usama Mahmood, che ha anche rivelato l'identità di uno dei militanti uccisi. Si tratta di Sheikh Imran, noto anche come Haji Wali Ullah, detenuto per otto anni nelle carcere pachistane per il suo coinvolgimento nell'attacco al consolato Usa a Karachi.

Nelle ultime settimane c'è stata una recrudescenza delle operazioni segrete della Cia con i velivoli pilotati a distanza che avrebbero ucciso in totale dai 20 ai 25 ribelli secondo diversi fonti locali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati