GRAVIDANZA SURROGATA

Utero in affitto, in India gemellino rifiutato da coppia

La decisione dei genitori di adottare soltanto uno dei gemellini sarebbe stata motivata dal fatto "che la coppia aveva già un figlio maschio e ha quindi deciso di prendere solo la femmina", lasciando il maschietto alla madre che lo aveva partorito

NEW DELHI, utero in affitto, Sicilia, Mondo

NEW DELHI. Una coppia australiana ha lasciato in India un gemello nato da una madre surrogata, mentre ha scelto di adottare la sorellina. Lo riferisce oggi The Indian Express con un articolo in prima pagina. Il caso risale al 2012, ma è emerso soltanto ora, dopo un'inchiesta di un tribunale australiano. La decisione dei genitori di adottare soltanto uno dei gemellini sarebbe stata motivata dal fatto "che la coppia aveva già un figlio maschio e ha quindi deciso di prendere solo la femmina", lasciando il maschietto alla madre che lo aveva partorito.

Le autorità australiane avevano cercato di convincere i genitori ad adottare entrambi i bambini nati in India con un 'utero in affitto', ritardando la concessione del visto di ingresso per il bambino. Ma poi, secondo il giornale, non si sono potute opporre alla richiesta di cittadinanza presentata dai genitori. La pratica delle gravidanze surrogate è molto diffusa in India, in particolare nelle cliniche dello stato del Gujarat, e di recente il governo ha anche varato una legislazione specifica che regolamenta le adozioni, i diritti dei genitori e quelli delle madri surrogate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati