cinema, regia, show, spettacolo, teatro, Franco Dragone, Sicilia, Cultura
TEATRO

Franco Dragone, il regista italiano debutta al Lido di Parigi

«È un privilegio lavorare per il Lido - ha osservato Dragone -. Vogliamo fare uno spettacolo che entrerà nella leggenda di questo luogo. Ci saranno innovazioni tecnologiche e artistiche che contribuiranno a creare un'esperienza unica, sorprendente e moderna»

PARIGI. Un italiano al Lido di Parigi: il regista teatrale Franco Dragone, mago delle scenografie del Cirque du Soleil, ma anche degli spettacoli di Cèline Dion e che recentemente ha curato le scene dell'Aida al San Carlo di Napoli, è stato scelto per creare il nuovo spettacolo del mitico cabaret degli Champs-Elysees in cartellone dal prossimo 2 aprile. Nel frattempo, da dicembre, il Lido chiuderà i battenti per quattro mesi per lavori di rinnovo.

«È un privilegio lavorare per il Lido - ha osservato Dragone, nato nel 1952 a Cairano in provincia di Avellino e trasferitosi da bambino in Belgio - Vogliamo fare uno spettacolo che entrerà nella leggenda di questo luogo. Ci saranno innovazioni tecnologiche e artistiche che contribuiranno a creare un'esperienza unica, sorprendente e moderna».

Il nuovo show, più dinamico e all'avanguardia, è un omaggio a Parigi: capitale della moda, romantica e sofisticata. Dall'eleganza dei costumi disegnati da Nicolas Vaudelet, stilista per Dior, Givenchy, Louis Vuitton e Jean-Paul Gaultier; all'audacia delle coreografie di Benoit-Swan Pouffer, che ha diretto fino allo scorso anno della compagnia di danza newyorkese Cedar Lake Contemporary Ballet; fino alle scenografie raffinate di Jean Rabasse.

«Tutto sarà all'altezza della reputazione mondiale del Lido», ha concluso Dragone. Fondato nel 1946 il Lido con i suoi decori ispirati al Lido di Venezia e le sue Bluebell girls, ballerine dalle gambe lunghissime e i fisici scultorei, vestite di paillettes, piume di struzzo, corone di strass e vistose parrucche è uno dei luoghi leggendari della Parigi by night.

Dal 2006, la gestione è passata da Joseph e Louis Clerico, due manager di origine italiana, al gruppo Sodexho. Prima della chiusura, il prossimo 2 dicembre avrà luogo l'ultima rappresentazione dello spettacolo 'Bonheur', ideato dieci anni fa dal direttore artistico Pierre Rambert, in cui si alternano 23 scenografie da sogno, tra elefanti e acrobati.

«La creazione di Dragone apre un nuovo capitolo della storia del Lido - ha detto la presidente del locale, Nathalie Bellon-Szabo - Dragone è un sognatore, la sua immaginazione è senza limiti. È riuscito a trasformare il mondo degli spettacoli dal vivo conciliando la virtuosità delle prodezze artistiche con la padronanza delle tecnologie d'avanguardia. Abbiamo scelto il migliore».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati