LAVORO

Ipab Messina, neo commissario si dimette dopo due giorni

Cisl: "L'attività dell'ente è paralizzata da molti mesi. Una situazione di grave difficoltà anche per i lavoratori che non hanno direttive da nessun dirigente ma, quel che peggio, sono senza stipendi da 40 mesi"

Sicilia, Messina, Cronaca

MESSINA. Si complica la situazione dell'Ipab Rusconi Castiglione di Messina, dopo la decisione del neo commissario di rassegnare le dimissioni due giorni dopo l'insediamento, avvenuto il 6 ottobre scorso, mentre i dipendenti sono senza stipendio da 40 mesi. Secondo la Cisl di Messina "la decisione del commissario lascia tutti nell'incertezza e nella confusione".

"L'attività dell'ente - aggiunge il sindacato - è paralizzata da molti mesi. Una situazione di grave difficoltà anche per i lavoratori che non hanno direttive da nessun dirigente ma, quel che peggio, sono senza stipendi da 40 mesi. Non riusciamo a capire le motivazioni vere o gli interessi che guardano l'Ipab, ma la disperazione dei dipendenti è tale che hanno deciso di recarsi la prossima settimana all'assessorato regionale alla Famiglia per pretendere chiarezza da parte dell'assessore Giuseppe Bruno e dal presidente Rosario Crocetta".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati