CICLISMO

Ginocchio ko, Andy Schleck dice addio alle corse

Il corridore lussemburghese: “Ho fatto molta terapia di riabilitazione, ma senza esito”

ciclismo, corse, gare, infortunio, Andy Schleck, Sicilia, Sport

ROMA. Il corridore lussemburghese Andy Schleck ha detto addio alle gare. Dopo aver gareggiato al top negli ultimi nove anni, da protagonista nelle grandi corse a tappe e nelle classiche, e aver trionfato al Tour de France del 2010, il 29enne ciclista della Trek Factoring Race ha deciso di scendere dalla bicicletta a causa di un grave infortunio al ginocchio destro riportato all'inizio del Tour di quest'anno. "Sono ovviamente molto dispiaciuto di concludere così la mia carriera" ha detto il ciclista durante una conferenza stampa a Lussemburgo. "Avrei voluto continuare a gareggiare, ma il mio ginocchio non lo consente. Fin dal giorno della mia caduta in Gran Bretagna quest'anno, all'inizio del Tour, praticamente non ci sono stati passi in avanti. I legamenti sono guariti, ma la cartilagine è danneggiata. Ho fatto molta terapia di riabilitazione, ma senza esito, anzi corro il rischio di procurarmi ulteriori danni. Così ho deciso di smettere".

In carriera Schleck ha ottenuto molte soddisfazioni. Fra i successi maggiori si ricordano la vittoria al Tour nel 2010, e i due secondi posti sempre al Tour nel 2009 e nel 2001. Nel 2009 ha conquistato la Liegi-Bastogne-Liegi, nel 2007 fu secondo al Giro d'Italia. La carriera di Schleck, che ha un fratello Franck anch'egli ciclista professionista, è stata costellata di infortuni e cadute. L'ultima a luglio è stata fatale per la sua carriera.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati