hawaii, presidente, spiaggia, surfisti, USA, Barack Obama, Sicilia, Mondo
LA CURIOSITA'

Hawaii, no all'Obama Beach: la spiaggia di Honolulu non cambierà nome

 NEW YORK. Obama Beach alle Hawaii non s'ha da fare: il Consiglio Comunale di Honululu ha rinunciato a mandare avanti una proposta per ribattezzare una spiaggia popolare tra i surfisti con il nome del primo presidente degli Stati Uniti nato e cresciuto nelle isole.

La spiaggia dove Obama da ragazzo ha sfidato più volte le grandi onde continuerà a chiamarsi Ohau Sandy Beach: «Ha troppi significati storici e culturali alle spalle con cui non bisogna scherzare», hanno obiettato alcuni residenti che hanno chiesto di lasciare intatto il nome.

Nessun commento dalla Casa Bianca, mentre i consiglieri Stanley Chang e Ernest Martin, che avevano sponsorizzato l'omaggio, hanno incassato il colpo e assicurato che «lo stesso presidente è certamente d'accordo perchè non vuole offendere nessuno».

 

Mentre altri stati e municipalità hanno intitolato scuole e strade al presidente Obama le Hawaii devono ancora farlo.  Non è chiaro se il no a Obama Beach sia da attribuire al calo di popolarità di Obama degli ultimi mesi.

Un sondaggio non scientifico condotto da una tv hawaiana ha attirato 1.100 risposte, al 90 per cento contrarie. A tutto campo i commenti: dal giudizio negativo sulla performance presidenziale al timore che ribattezzare una spiaggia con il nome di Obama avrebbe attirato troppi turisti e curiosi creando problemi di sicurezza in una spiaggia spesso battuta da onde pericolose.  «È una spiaggia sacra. Non ha bisogno che abbia il nome di Obama», ha proclamato uno dei partecipanti al rilevamento.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati