AGRICOLTURA

L'allarme di Coldiretti: "Forti piogge al Sud, coltivazioni a rischio"

Da Punta Secca sono partite infatti le trombe d'aria che hanno devastato le serre nella fascia che va da Marina di Ragusa verso Siracusa. Nel Palermitano numerosi gli allagamenti che hanno messo a rischio diverse aziende

AGRICOLTURA, allagamenti, coltivazioni, Maltempo, raccolto, Sicilia, Economia

ROMA. L'autunno è iniziato con il 23% di precipitazioni in più rispetto alla media nel sud Italia, colpito da violenti temporali con pesanti danni alle coltivazioni, dalla Sicilia alla Calabria. È quanto emerge da un'analisi della Coldiretti, sulla base dei dati Ucea, nell'effettuare il primo monitoraggio dei danni provocati dall'ultima ondata di maltempo. In Sicilia la situazione è grave nel ragusano, sottolinea la Coldiretti, dove non sono state risparmiate le zone care allo scrittore Andrea Camilleri.

Da Punta Secca, residenza del commissario Montalbano sono partite infatti le trombe d'aria che hanno devastato le coltivazioni agricole nella fascia che va da Marina di Ragusa verso Siracusa. Sono stati colpiti gli ortaggi in campo e, precisa la Coldiretti, danneggiate molte serre nelle quali si coltivano pomodori, peperoni e altri ortaggi.

Nella provincia di Palermo sono numerose le aree allagate; si registrano danni alle strutture agricole e alla viabilità con diverse aziende isolate.

Allagamenti si registrano anche in varie zone della Calabria, soprattutto nel Vibonese, conclude la Coldiretti, con smottamenti di terreno che hanno ricoperto i canali di scolo.

La Coldiretti si è prontamente attivata con il consorzio di bonifica per il loro ripristino per evitare danni peggiori nel caso l'ondata di maltempo dovesse persistere

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati