incidente, Moto, ospedale, schianto, Sicilia, Ragusa, Cronaca
INCIDENTI STRADALI

Schianto in moto a Modica: grave un ventunenne

di
Non si sarebbe fermato all’alt dei carabinieri a un posto di blocco in corso Umberto, nella zona di San Francesco alla Cava: i militari avevano desistito dal seguirlo

MODICA. Non si ferma all’alt dei carabinieri, prosegue la marcia ad alta velocità ma perde il controllo della motocicletta e resta coinvolto in un grave incidente stradale.

È ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Maggiore, un ventunenne modicano, A.G., che venerdì, intorno alle 20, mentre percorreva con la sua moto da cross, la parte alta di corso Umberto, nella zona di San Francesco alla Cava, si è vista abbassare la paletta da una pattuglia dei carabinieri, impegnata in un posto di blocco. Il giovane, anziché fermarsi, secondo quanto raccontano alcuni testimoni, avrebbe accelerato la marcia, imboccando una curva a destra per proseguire in direzione Via Modica Ragusa. Qui, non si sa ancora se per l’alta velocità o per quale altra causa, ha perso il controllo del veicolo, andando a sbattere contro un muretto che delimita la carreggiata, nei pressi del Barycentro, capolinea dei pullman, volando letteralmente in aria per alcuni metri e finendo violentemente al suolo. Qualcuno ha informato i militari dell’Arma che avevano desistito dal seguirlo e che erano impegnati in altri controlli, i quali spostatisi qualche centinaio di metri più avanti hanno constatato che il mezzo coinvolto era quello fuggito poco dopo. Scattato l’allarme, è stata fatta intervenire l’ambulanza del 118 che ha prelevato la vittima e l’ha trasferita al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore. Le condizioni del giovane sono apparse immediatamente gravi. Sottoposto a tutti gli accertamenti radiologici e anche alla Tac è risultato gravato da un politrauma, da fratture esposte e ferite alla gamba sinistra. I sanitari, a questo punto, hanno deciso di riservarsi la prognosi e lo hanno ricoverato. Sono in corso accertamenti per stabilire se sussistono, come sembra sia, elementi per il deferimento del ventunenne alla Procura della Repubblica di Ragusa, anche perché, nonostante il giovane indossasse il casco, era sprovvisto di patente di patente per la guida perché mai conseguita, di copertura assicurativa, di omologazione per la circolazione stradale e, inoltre, il veicolo non aveva la targa. Intanto è stato posto sotto sequestro il mezzo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati