FIRENZE

Riforma del lavoro, ora spunta l'ipotesi super-indennizzo per i contenziosi di lavoro

Lo ha detto Filippo Taddei, responsabile economico del Pd, a margine del Festival delle Generazioni. «Sul licenziamento economico - ha ricordato - vogliamo dare un indennizzo certo al lavoratore, ma che non crei difficoltà e che tuteli il licenziamento disciplinare nei casi più gravi.

indennizzo, LAVORO, Licenziamento, filippo taddei, Sicilia, Economia

FIRENZE. L'ipotesi di super-indennizzo per i contenziosi di lavoro «fa parte di queste discussioni preventive, che si fanno». Lo ha detto Filippo Taddei, responsabile economico del Pd, a margine del Festival delle Generazioni a Firenze.

«Sul licenziamento economico - ha ricordato - vogliamo dare un indennizzo certo al lavoratore, ma che non crei difficoltà e che tuteli il licenziamento disciplinare nei casi più gravi. Se un lavoratore è accusato di aver rubato sul posto di lavoro e questa accusa è infondata, quel posto di lavoro deve avere il diritto a riottenerlo. Se poi decide, contestualmente al datore di lavoro, il solo indennizzo, con decisione consensuale, questo tanto meglio. Noi vogliamo incoraggiare la conciliazione, tutti quegli strumenti che
facilitano l'accordo tra le parti».

Taddei, citando le votazioni per la Consulta, ha inoltre evidenziato «l'enorme discrasia tra un parlamento che in questo momento dà al Paese l'immagine di uno stallo decisionale, mentre il Paese ha bisogno del contrario: decisioni condivise, anche non unanimi, ma condivise, e soprattutto decisioni che siano prese. Il ritardo nella riforma del mercato del lavoro deriva anche da questa impasse. Il richiamo di Napolitano è assolutamente corretto, andiamo avanti in fretta».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati