RICERCA

Fumare marijuana da adolescenti distrugge il sistema immunitario

Questa l'ultima novità degli scienziati italiani del Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari dell’Università degli Studi di Milano

droga, fumo, ricerca, Sicilia, Vita

MILANO. Fumare marijuana da giovani può portare a sviluppare malattie immuno-correlate in età adulta. Tra le malattie autoimmuni ci sono la sclerosi multipla, la malattia infiammatoria intestinale e l’artrite reumatoide. Questa l'ultima novità degli scienziati italiani del Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari dell’Università degli Studi di Milano. Da alcune loro ricerche, è emerso che l’uso di marijuana durante l'età adolescenziale può provocare danni gravi e a lungo termine per il sistema immunitario.

L'uso di marijuana collegato a un danno al sistema immunitario è il risultato di uno studio pubblicato sul Journal of Leukocyte Biology. La ricerca è stata condotta testando un gruppo di topi trattati con il cannabis chimico Tetrahydrocannabino (THC) durante la loro adolescenza. In età adulta, il trattamento ha causato gravi alterazioni della risposta immunitaria.

La reazione del sistema immunitario all’esposizione al THC è dovuta alla sua incredibile capacità di ricordare esposizioni e variazioni durante il periodo del proprio sviluppo – soprattutto durante le prime fasi di vita. Il risultato di questa ricerca vuole anche essere un mezzo per dissuadere i giovani dal fare uso di droghe, auspicando ad una maggiore informazione e sensibilizzazione dei cittadini così da poter ridurre un potenziale fattore di rischio per malattie gravi e spesso invalidanti.

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati