REGIONE

Crocetta: «Precari Sas? Saremo costretti a licenziare se ci saranno esuberi»

di

Il presidente della Regione: «Il personale non può aumentare, la Regione non ha altri soldi da assegnare alla società»

LAVORO, partecipate, regione, sas, Rosario Crocetta, Sicilia, Politica

PALERMO. «Il personale della Sas non può aumentare, la Regione non ha altri soldi da assegnare alla società. Dunque, ripetteremo le sentenze che ci obbligano ad assumere i precari ma poi l’azienda individuerà gli esuberi e attiverà le procedure di legge. Se serve, si arrivi pure ai licenziamenti collettivi»: Rosario Crocetta cerca una soluzione all’emergenza scattata nella più grande delle partecipate. Un caso che può innescare una reazione a catena in un settore fatto ancora di 32 società pubbliche.

La Sas è nata dalla fusione di Multiservizi, Biosphera e Beni culturali spa. Ha 2 mila dipendenti e sta assumendo altri 50 ex lavoratori interinali che hanno vinto la vertenza per la stabilizzazione. Ma al Tribunale del lavoro si sono rivolti in 156, tutti nelle stesse condizioni, e il rischio è di dover aumentare la spesa per il personale di almeno 4 milioni e mezzo. La società andrebbe verso il crac o dovrebbe ricorrere a contratti di solidarietà per spalmare su tutto il personale il budget disponibile.

E così oggi i sindacati scenderanno in strada, intimoriti da una tornata di assunzioni che può penalizzare i dipendenti di ruolo. Il sit in sotto l’assessorato all’Economia scatterà dalle 9 e porta con sè la richiesta di Cisl e Uil di un aumento dei fondi all’azienda per evitare i contratti di solidarietà.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati