Venerdì, 20 Aprile 2018
PALAZZO DELLE AQUILE

Palermo, Orlando: con il prossimo bilancio meno tasse

Il documento contabile, che la giunta ha approvato nella seduta di sabato scorso, dovrà ricevere il parere del collegio dei revisori, poi passare al vaglio della commissione Bilancio del comune e quindi arrivare in Consiglio comunale per la discussione in aula e l'ok definitivo

PALERMO. "Ogni euro che riusciremo a recuperare verrà utilizzato nel prossimo bilancio per ridurre la pressione fiscale. Questo è l'ultimo anno in cui per evitare il fallimento si fa ricorso alla pressione fiscale".

Lo ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando in conferenza stampa a Palazzo Galletti, presentando il bilancio di previsione 2014- 2016 del Comune. "Dall'anno prossimo daremo segnali tangibili - ha aggiunto l'assessore al ramo Luciano Abbonato - dell'inversione di tendenza con l'apertura di una terza fase, che si caratterizzerà per la riduzione della pressione tributaria".

Il documento contabile, che la giunta ha approvato nella seduta di sabato scorso, dovrà ricevere il parere del collegio dei revisori, poi passare al vaglio della commissione Bilancio del comune e quindi arrivare in Consiglio comunale per la discussione in aula e l'ok definitivo. La legge nazionale indica il 30 settembre quale termine entro il quale le amministrazioni devono approvare i documenti contabili. "Presto - ha detto in conferenza stampa il presidente del consiglio comunale Salvatore Orlando - contiamo di discuterlo in aula".

"E' UN BILANCIO DA SECONDA FASE". «È un bilancio da seconda fase». Così Orlando. «È diverso dal bilancio del 2012 che ci siamo ritrovati e predisposto dall'ex commissario - ha aggiunto Orlando nel corso di una conferenza stampa a palazzo Galletti - e da quello del 2013, che era un bilancio di "isteria", di un'amministrazione che rischiava il fallimento. Questo
provvedimento rappresenta decisioni politiche». Il sindaco ha presentato il documento insieme all'assessore al ramo, Luciano Abbonato, al presidente del Consiglio comunale, Salvatore Orlando, al presidente della commissione Bilancio, Francesco Bertolino, e all'assessore allo Sport Cesare La Piana.

Il sindaco ha aggiunto che l'amministrazione «è arrivata a questo risultato perchè è stato possibile mettere in ordine i conti delle società partecipate, che adesso sono in equilibrio. Il bilancio - ha aggiunto illustrando alcune misure contenute nel documento - prevede un aumento delle risorse per le scuole e le attività sociali». «Abbiamo confermato - ha continuato - gli impegni per i teatri Biondo e Massimo - ha assicurato - e previsto somme da destinare alla istituenda fondazione che dovrà gestire i Cantieri culturale della Zisa». Per i dipendenti della Gesip, l'ex partecipata in liquidazione, l'amministrazione ha previsto di costituire una Newco destinando 1 milione di euro a questo scopo; la nuova società dovrebbe assorbire 250 ex Gesip su 770 in cig in deroga. «Per la restante parte del personale Gesip abbiamo avviato un'interlocuzione con il ministero del lavoro - ha precisato il sindaco - per garantire il reddito e previsto somme da destinare al bando per gli esodi incentivati».

Orlando ha anche sottolineato che le entrate derivanti dall'introduzione dall'imposta di soggiorno ammontano a circa 500 mila euro, ma a regime il gettito stimato dovrebbe attestarsi sulla soglia di 1 milione.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X