Mercoledì, 19 Settembre 2018

Regione, la crisi di governo sbarca
all'Ars: Crocetta mercoledì in aula

Sicilia, Politica

PALERMO. Si va verso una parlamentarizzazione della crisi di governo. Il presidente Crocetta dovrebbe riferire all’Ars mercoledì prossimo sugli ultimi fatti che hanno scosso la giunta: dal siluramento dell’assessore al Territorio Maria Rita Sgarlata al flop del Piano giovani con il conseguente scontro fra l’assessore Scilabra e la dirigente Corsello. La data per la seduta in Parlamento verrà ufficializzata al termine della conferenza dei capigruppo, in corso all’Ars.

Proprio per gli scontri interni alle coalizioni, che non hanno permesso di individuare candidature unitarie, i partiti sono orientati a rinviare anche l’elezione del vicepresidente dell’Ars, fissata inizialmente per oggi pomeriggio. Il voto potrebbe slittare a dopo la ripetizione delle elezioni regionali nel Siracusano, prevista per il 5 ottobre. Di conseguenza, da qui alle prossime settimane l’Ars potrebbe essere sostanzialmente priva di provvedimenti da valutare.


CROCETTA, HO IDEE CHIARE SUL NUOVO ASSESSORE. «Ho le idee chiare su chi cooptare in giunta al posto della Sgarlata. A breve, comunicherò la mia scelta. Intanto ho firmato il decreto con cui mi assegno la delega, l'assessorato non può rimanere senza guida». Così il governatore Rosario Crocetta ai cronisti, a Palazzo dei Normanni. Sull'ipotesi che la delega sia affidata all'avvocato Giovanni Giuca, ex sindaco di Rosolino ed esponente del Megafono, Crocetta afferma: «Nessuno me l'ha proposto».


Dura la risposta di Crocetta sulla notizia della convocazione, per domani pomeriggio, da parte del segretario regionale del Pd Fausto Raciti della coalizione di maggioranza nella sede dei democratici «Ma se Raciti non appoggia il governo quale vertice di maggioranza convoca se non ne fa più parte?». .«Raciti nella sua qualità di esponente dei cuperliani ha deciso di togliere l'appoggio al governo assieme a Cracolici e Crisafulli. Si sono riuniti domenica e hanno scelto. Lo hanno fatto senza coinvolgere il Pd, il partito ha i suoi organismi ma loro non li rispettano. Io sono sereno, l'unico problema è il ginocchio che mi fa male e sono costretto a usare la stampella».


"RACITI IN GIUNTA? SI, MA NELL'EX URSS". "Raciti in giunta? Se ci trovassimo nell'ex Unione sovietica sì,lo vedrei bene". Così il governatore Rosario Crocetta ha risposto ai cronisti, a Palazzo dei Normanni, che gli hanno chiesto se esista l'ipotesi di un ingresso in giunta del segretario regionale del Pd.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X